casa-piccolo

CASADEIBENICOMUNI_LOGOJPG-web

Comunardi di Belluno… Uniamoci

La politica, quella comoda ma tragica della divisione Governanti e governati, o prima ancora quella a “sovranità” limitata tra Candidati ed elettori, ha frantumato le nostre comunità privandole della cultura della partecipazione. Questo vuol essere il manifesto di chi non si è mai arreso e ha ritrovato proprio nello spazio comune la voglia di progettare e la capacità di realizzare.

Siamo Comunardi dei Beni Comuni, di una casa ancora da costruire, contorsionisti della precarietà, pensionati, operatori sociali, referendari vittoriosi, policy makers di quartiere, media-attivisti di facebook, volontari della cultura, sindacalisti riottosi, eco attivisti, studenti non dormienti e genitori all’avanguardia.Per noi non parlano simboli, bandiere o gazebo di partito, parlano i progetti, le campagne, le idee che in questi anni abbiamo realizzato.

Non siamo il nuovo che avanza, non siamo il vecchio che fa la muffa; siamo esperienze che vivono e fanno vivere questa città. Siamo quelli che hanno scelto di rimanere, che sono tornati, quelli che sono ancora qui nonostante tutto. Siamo capaci di prender parola da soli e quando lo facciamo ci piace far baccano. Siamo indipendenti, autofinanziati e indisponibili, ma non lamentosi. le lamentele, le lasciamo agli altri. Non ci piacciono gli assalti al cielo. Preferiamo la concretezza della discussione permanente, la realtà dei progetti che mettiamo in campo, la quotidianità del nostro stile di vita.

Non ci piace aspettare che le cose accadano, ci piace farle accadere.

Ci piace mettere insieme, costruire, creare, elaborare, desiderare e sappiamo essere determinati. Ci piace estendere vertenze, aprire spazi pubblici di discussione, costruire progetti, condividere un programma. Non ci interessa vincere, ma convincere.

Siamo per l’Alternativa. Per questo ci piacciono le Istituzioni, non quelle che concentrano il potere, ma quelle che lo diffondono. Alle stanze stantie dei Palazzi, preferiamo le piazze aperte delle Agorà, dove non c’è separazione tra sociale e politico. Anzi noi vogliamo proprio costruirle, le Agorà: spazi pubblici e politici dove iniziare a costruire mattone per mattone, progetto per progetto il Capoluogo dei Beni Comuni. La nostra è un’idea di città dove il fare sia frutto di condivisione e contenga elementi di solidarietà. Non amiamo chi vuole “consumare” il territorio per un effimero guadagno a danno di chi verrà dopo, piuttosto vogliamo recuperare gli spazi e le strutture che già ci sono. Vogliamo che da questa crisi esca, con coesione ed equità, una collettività più consapevole, insomma una vera comunità.

Vogliamo guardare al futuro e alle innovazioni che ci consentono di sviluppare nuove idee per la mobilità, il turismo, ma anche per i rifiuti e l’energia. Aspiriamo a promuovere una vera cultura del risparmio, economie sostenibili per il nostro territorio che, per essere risorsa, deve prima essere rispettato.

Vogliamo creare spazi pubblici di informazione ed elaborazione di progetti popolari che possano affiancare le istituzioni contribuendo sul serio alle decisioni. Non vogliamo voti e rifiutiamo le poltrone perché non abbiamo voglia di stare seduti neanche per un attimo.

Noi vogliamo occuparci del nostro territorio. Ci piacciono la democrazia e la partecipazione: siamo Comunardi, unisciti a noi!


CASA DEI BENI COMUNI – BELLUNO

INFO E CONTATTI: comunardibelluno@gmail.com

Leave a Comment

Who are you?

Your message.